Tel. 06 2382776 - Fax 06 2389266 per contattarci CLICCA QUI 
NOVITÀ: REALIZZIAMO COMUNICAZIONE VISIVA CON PEGASO PRINT

Accedi  \/ 
x
Registrati  \/ 
x

VRLA: batterie AGM (Absorbed Glass Mat) e GEL

Storia: nel 1934 Elektrotechnische Fabrik Sonneberg inventa la prima batteria piombo-acido (GEL). La prima batteria al GEL moderna è stata inventata da Otto Jache of Sonnenschein nel 1957. La prima batteria AGM è stata brevettata da Gates Rubber Corporation nel 1972 e a partire dagli anni 80 due società britanniche (Chloride and Tungstone) introducono contemporaneamente batterie AGM con una capacità di 400 Ah e un’aspettativa di vita di 10 anni, rispondendo a una richiesta di British Telecom per l’impiego nelle comunicazioni digitali. Nello stesso periodo la tecnologia trova impiego nel campo dell’aeronautica e negli usi militari arrivando a essere impiegate anche su alcuni F16 in alternativa alle batterie NiCd (nichel-cadmio).

Le batterie al GEL fanno la loro comparsa nel 1930 per l’alimentazione della radio potatile LT* (2, 4 e 6 Volt), queste batterie si ottenevano aggiungendo silice all’acido solforico creando delle “cellule” che permettevano di passare da un’inclinazione da orizzontale a verticale mantenendo al minimo le perdite.

Una batteria GEL moderna (nota anche come "gel cell") è una batteria VRLA con elettrolita gelificato e le batterie AGM (Absorbed Glass Mat) sono accumulatori al piombo-acido nel quale l’elettrolita è assorbito in separatori costituiti da una massa spugnosa in fibra di vetro, proprio per questo le batterie AGM e GEL avendo inoltre un contenitore sigillato e la ricombinazione dei gas presentano i seguenti pregi:

  • realmente senza manutenzione;
  • sono compatte e molto resistenti alle sollecitazioni meccaniche (così resistenti da essere usate per scopi militari);
  • si possono montare in qualsiasi posizione;
  • possono essere usate in alta quota e in mare;
  • sopportano meglio le alte temperature (ideali per gruppi di continuità);
  • grazie alla divisione delle piastre da fibre di vetro, non c'è pericolo di cortocircuito tra cella e cella;
  • sono adatte all'avvio di motori grazie alle loro elevate correnti di spunto;
  • hanno una bassa atoscarica e un elevata resa aperometrica durante la carica;
  • tempi di caricamento inferiori alle batterie ad acido libero;
  • immuni dal rischio di versamento accidentale dell’acido liquido;
  • adatti ad installazioni in prossimità di persone e di apparati elettronici.

Quali sono le differenze tra le batterie al GEL e le batterie AGM? E per quali utilizzi scegliere una batteria al GEL o una AGM? 
La qualità di entrambe è molto elevata: la tecnologia AGM è molto meno delicata e supporta un numero maggiore di cicli di scarica profonda, in quanto  la tecnologia AGM permette all'elettrolito di evaporare durante la fase di carica e scarica (ovvero quando la temperatura interna aumenta), al termine il GAS si ricombina con l'acido mantenendo la batteria efficiente. Gli accumulatori al GEL, presentano l'acido interamente gelatinizzato e sono meno durature nel tempo a causa della differenza di temperatura che si crea nei cicli di carica/scarica che provocano la solfatazione del gel, per questo motivo sono ritenute più adatte ad un uso tampone (es. negli UPS), dovo garantiscono un aspettativa di vita molto elevata. Nel caso di un uso ciclico pesante (macchine per pulizia industriale,  golf cars e veicoli elettrici, ecc.) è consigliabile rivolgersi alle Batterie al GEL di tipo ciclico che permettono scariche più profonde e un numero di cicli di carica/scarica maggiore tipico dell'utilizzo intenso. 

Batterie AGM sono adatte sia a impieghi in uso ciclico (supportano molti cicli di carica/scarica) sia come uso tampone (riserva di energia nel lungo periodo) quindi particolarmente indicate per:

*) fonte wikipedia

 
Categoria:

Cobat informa: Intervista a Nicola Palangio

Batterie per la Nautica - Quali caratteristiche devono possedere le batterie per uso nautico? Ne parliamo con Nicola Palangio, trentennale esperienza nel settore, titolare della Pegaso sas di Roma, la più grande azienda laziale in fatto di commercializzazione di batterie e consulenze operative, con un magazzino distributivo di 800 mq in Roma.

Signor Palangio, quali caratteristiche devono possedere le batterie per uso nautico?

Occupiamoci della batteria dei servizi. La sua scelta deve basarsi su tre fattori:

  1. Innanzitutto, la sicurezza: se la batteria è alloggiata in cabina o in altra locazione, dove può verificarsi il passaggio di esalazioni, l’imperativo è scegliere una batteria ermetica in AGM o Gel idonea per “Cellule abitative” (Attenzione! Le gassificazioni delle batterie sono pericolosissime per la loro tossicità, oltre che di difficile rilevazione in quanto incolore e inodore).
  2. La scelta della capacità è in funzione della somma dei carichi elettrici, tenete presente anche tutte le variabili di utilizzo che si impiegano sotto inverter. Vi propongo la formula per calcolare in modo autonomo la capacità della batteria più corretta. Vedi: “La batteria questa sconosciuta”.
  3. Una batteria per i servizi, al pari di Ah della sua sorella avviamento, deve pesare circa il 25-30% in più.

La batteria avviamento svolge il suo compito per 1-2 sec. Max, cioè il tempo necessario per avviare il motore; quindi la sua caratteristica essenziale è il picco di spunto per l’avviamento. La batteria dei servizi, in continuo asservimento alle utenze con scariche anche profonde, deve possedere delle caratteristiche costruttive che la rendano idonea a questa funzione.

L’ermeticità, oltre che garantire la sicurezza, recupera tutti i vapori della gassificazione, lasciando inalterata la quantità dell’elettrolito. Le piastre positive e negative sono particolarmente robuste per sostenere continui cicli di carica e scarica.

Questa tipologia di batterie in versione AGM, GEL, Ricombinazione di Gas, deve essere caricata con un caricabatterie a voltaggio controllato di max 14,4 Volt.

Quale è la durata media di una buona batteria nautica?

Per stabilire la durata media di una buona batteria dobbiamo trovare un buon marinaio, da questo connubio una batteria di buona qualità riuscirà ad esprimere al meglio i suoi plus produttivi. Trascorsi 3 anni a pieno utilizzo, il quarto anno deve essere valutato in funzione di un controllo più approfondito della capacità residua. Potrete visitare sul nostro sito consigli utili: “La batteria questa sconosciuta” “Le difettosità più ricorrenti nelle batterie 12v”.

Secondo la sua esperienza quali batterie possono considerarsi al top della gamma per affidabilità e durata?

Batterie garantite da un impianto di produzione la cui affidabilità è certificata dai primi equipaggiamenti. La garanzia dell’eccellenza qualitativa affidatela sempre a specialisti specifici nel settore perché per ogni esigenza di applicazione esiste una tecnologia costruttiva.

Per i motori ibridi di ultima generazione quali batterie vengono montate?

Stiamo assistendo ad un cambiamento epocale nel mondo della mobilità. Attualmente le vetture già in commercio ibride sono equipaggiate con batterie a ioni di litio, che garantiscono una buona autonomia con facilità di ricarica con 220V normale / industriale 380V.

A mio avvisto il mondo dell’accumulo di energia ha aperto la prima fase di trasformazione, la rapidità sarà in funzione della effettiva volontà di proteggere il nostro ambiente.

Per ulteriori approfondimenti Vi invitiamo a visitare la sezione “Nautica” sul sito molto ben strutturato: www.pegasoroma.it

 
Categoria:

Intervista a Nicola Palangio da parte di Guido Caneo

Guido Caneo maestro Scuola Nazionale Federazione Golf intervista Nicola Palangio della Pegaso SAS. A meno che non siate dei giocatori professionisti di Tour, dovrete badare voi stessi alla vostra attrezzatura. Non avrete con voi un caddie a risparmiarvi la fatica di portarvi la vostra pesante sacca da golf in giro per il campo.

Categoria:

Batterie e nuove applicazioni

La tecnologia delle batterie al piombo per avviamento non ha subito radicali trasformazioni ma le nuove applicazioni richiedono prodotti con specificità particolari. Vetture con tecnologia start & stop: questo nuovo sistema ha di fatto aumentato in modo esponenziale il numero degli avviamenti a cui un accumulatore è sottoposto.

Categoria:

La batteria, questa sconosciuta

“Pronti, avviamento,via”. E’ iniziata, seppur in ritardo, la stagione dove il nostro camper viene messo a punto per i piccoli o grandi spostamenti. Dopo aver provveduto alle pulizie di routine e ai vari controlli di manutenzione occupiamoci anche del cuore dell’energia, controlliamo la nostra batteria, che, se efficiente, potrà garantirci una vacanza tranquilla. A tal proposito, suggerisco alcune opportune verifiche per stabilire il grado di affidabilità, sia della batteria d’avviamento che della/e batteria/e dei servizi.

Categoria:

Le difettosità più ricorrenti nelle batterie 12volts

Nel ciclo produttivo delle batterie esiste una difettosità definita “vizio costruttivo” che comprende tutti quei difetti la cui responsabilità può essere imputata a processi di produzione. Dobbiamo precisare che tutte le Aziende primarie produttrici sono dotate di controllo in linea che scartano dal processo tutte i prodotti che non rientrano nei parametri prestabiliti di qualità garantendo un grado di difettosità sotto lo 0,1%. In questo breve commento cercheremo, invece, di illustrare quelle che sono le difettosità che emergono dopo l’utilizzo. Per intenderci quale tipo di patologia emerge a seguito di manutenzione non corretta del prodotto.

Categoria:

Quale batteria per le moto serie K e R di casa BMW?

IL CUORE CHE BATTE E'AL GEL - Al primo sguardo la K1200 versione sport, trasmette maestosità, poco comune nel mondo delle due ruote. Una moto che anche da ferma incute rispetto. E per una due ruote così possente, il cuore, ovvero la batteria, non poteva essere che particolare: la batteria al GEL per MOTO BMW. Una batteria di nuova generazione, omologata da BMW per le moto della serie "R" e "K" BMW.

Categoria:

La batteria, questa fonte di energia

Una breve riflessione per offrirvi spunti utili nella scelta, l’impiego e la manutenzione della vostra preziosa compagna di navigazione. Cominciamo subito con il dire che, sotto l'aspetto tecnico, i criteri costruttivi di base sono quelli di sempre; ciononostante, nuove e differenti necessità di utilizzo hanno stimolato una produzione sempre più attenta a concezioni costruttive diversificate, secondo gli utilizzi richiesti.

Categoria:

Metti Einstein nel motore

E' di estremo interesse sapere che cosa accade quando con semplice gesto noi giriamo la chiave per avviare il motore della nostra macchina. La tecnologia delle batterie al piombo non ha subito radicali trasformazioni, tecnicamente il processo è lo stesso di sempre: c'è una piastra o elemento positivo, un separatore e la piastra negativa; il passaggio ionico garantirà l’energia necessaria per avviare la vostra auto, questa è la batteria avviamento sicuramente la più comune.

Categoria:

Come scegliere la batteria più idonea in funzione dell'utilizzo

Testo di Nicola Palangio, pubblicata su "La Farfalla" N. 112 LUGLIO 2012 mensile di Assocampi. I produttori di batterie offrono un’ampia scelta di prodotti in funzione dell’esatto tipo di utilizzo e necessità. Quindi possiamo affermare che esiste una risposta costruttiva per ogni necessità di applicazione. Di seguito Vi illustrerò le tipologie di batterie con le loro caratteristiche più evidenti.

Categoria: