+39 06 2382776

Lun - Ven (8:00 - 13:00 | 14:00 - 17:00)

Contatti

Informazioni e acquisti

SOLO B2B

Non forniamo privati

Batterie per Veicoli Industriali

Affidabilità è la parola d’ordine delle batterie per veicoli industriali, la batteria per mezzi commerciali deve essere efficiente in ogni condizione climatica e in ogni condizione d’utilizzo con una manutenzione minima, meglio se a zero.

Un veicolo industriale fermo ha un costo non indifferente ecco perché sono necessarie batterie di elevata affidabilità e qualità costruttiva.

Automatismo e prestazioni dei veicoli industriali

Si definiscono veicoli industriali tutti i mezzi adibiti al trasporto delle merci, che abbiano una portata totale a terra (PTT) superiore a 35 quintali.

Il loro impiego è finalizzato principalmente a trasferimenti primari oppure consegne a completo carico. Infatti la loro capacità contenitiva è molto elevata sia dal punto di vista dell’ingombro spaziale, sia da quello dell’impegno ponderale, caratteristiche che rendono questi mezzi la soluzione ideale per aziende e industrie.

Grazie ai loro requisiti strutturali, essi tendenzialmente viaggiano con portate di peso e con volumi molto significativi, coprendo distanze medio-lunghe.

Di solito vengono suddivisi in varie tipologie, che sono: • autoarticolati; • autocarri; • autotreni.

In dotazione sono forniti dai 2 ai 6 assi, per garantire la massima sicurezza e stabilità anche a pieno carico.Per la loro conduzione è richiesta la patente di guida di categoria C oppure C/E. Proprio per le loro prestazioni, i veicoli industriali devono essere forniti di batteria adeguate a livello di gestione e di potenza, per evitare qualsiasi rischio durante i viaggi, soprattutto a pieno carico.

Batterie performanti e affidabili sono fondamentali per non interrompere i trasferimenti, che quasi sempre devono rispettare tempistiche ben definite.

Batterie per veicoli industriali: cosa sono?

I veicoli industriali richiedono innanzi tutto una buona potenza di avviamento, in grado di consentire al mezzo di eliminare gli svantaggiosi tempi morti iniziali. Inoltre, con il sempre maggiore potenziamento dei sistemi elettronici a bordo, diventa indispensabile anche un’elevata capacità di riserva, offerta da dispositivi rispondenti a ottimi standard qualitativi.

Un aspetto di estrema rilevanza, che deve quindi essere valutato con attenzione, è relativo agli ampere/ora, un fattore discriminante per l’efficienza del veicolo. Tenendo conto del fatto che mezzi del genere prevedono un consumo piuttosto importante di corrente a causa della componentistica elettronica, sarebbe sempre consigliabile servirsi di batterie potenziate con AGM.

Il peso di una batteria può orientare nella scelta, dato che quanto più il dispositivo è pesante, tanto maggiore è la quantità di piombo in essa contenuto e quindi migliori sono le sue prestazioni. Un altro aspetto da prendere in esame è il tipo di stoccaggio subito, dato che la conservazione di una batteria mentre rimane in magazzino può realmente fare la differenza.

I rivenditori che conservano per mesi le batterie senza mai ricaricarle, possono comprometterle in maniera irreversibile, facendo diminuire la resa e la durata finali. In genere le batterie dei veicoli industriali durano da 2 a 5 anni, a seconda del tipo d’impiego che viene fatto del mezzo, del chilometraggio percorso e dell’entità dei carichi.

È chiaro che sottoponendo il veicolo a sforzi eccessivi oppure per tempi prolungati, anche la batteria può deteriorarsi con maggiore rapidità, soprattutto nei mesi caldi. Attualmente i mezzi industriali circolanti sono sempre più ricchi di componenti elettroniche, che richiedono un’alimentazione piuttosto alta e prolungata, con conseguente sfruttamento spesso eccessivo delle batterie.

Quando gli autocarri sostano a lungo mantenendo accese le varie apparecchiature, la batteria subisce un surplus di input elettronici, che tendono a esaurirle con maggiore velocità.

Come per le auto, anche per quanto riguarda i veicoli industriali è necessario che venga mantenuto un impiego regolare, per mantenere in buono stato le batterie Dispositivi del genere devono erogare 12 V di corrente continua per raggiungere il normale valore di tensione nominale.

Caratteristiche delle batterie per veicoli industriali

Le specifiche tecniche che caratterizzano una batteria per veicoli industriali sono le seguenti:

quantità di carica, che viene indicata dal valore A/h (ampere su ora) e che di solito è compresa tra 100 A/h per i modelli leggeri e 250 A/h per quelli medio-pesanti, che necessitano di una potenza più alta;

corrente di spunto, che rappresenta l’indice della massima corrente erogabile dalla batteria al momento dell’avviamento del veicolo. Questo valore incide notevolmente sulla capacità d’accensione del motorino d’avviamento nel momento della partenza.
La sua entità varia da 750 A a 1200 A;

posizione del polo positivo, che corrisponde al polo rosso e che deve sempre trovarsi di fronte all’osservatore;

ingombro, che dovrebbe essere minimo e comunque perfettamente compatibile con il veicolo in cui viene montata la batteria; pertanto è sempre necessario misurare con attenzione le sue tre dimensioni per sincerarsi che sia inseribile nell’apposito alloggiamento;

celle di sfiato, che consentono al mezzo di evitare eventuali fuoriuscite dell’acido, un evento piuttosto probabile durante percorsi su fondi dissestati e ricchi di asperità. Questi accessori minimizzano anche il surriscaldamento dell’acido, che, qualora arrivasse a produrre vapori, subisce un’adeguata condensazione, per poi ritornare all’interno della batteria;

adeguamento, che caratterizza tutte le batterie di ultima generazione, le quali, oltre ad essere regolarmente omologate, vengono vendute già pronte per l’uso, con carica completa e con un regolare rabbocco di acido solforico.

Vantaggi delle batterie per veicoli industriali

Le batterie AGM (Absorbenti Glass Mat) sono realizzate con tecnologie di ultima generazione che consente loro di garantire un’eccellente efficienza di massa attiva, derivante dal migliorato metodo di assorbimento dell’acido.

Grazie a un calo contenuto e bilanciato della materia attiva, questi dispositivi offrono ottime prestazioni anche in fase di accensione, limitando al massimo i tempi d’attesa, anche in caso di avviamento a freddo. La loro manutenzione è minima in quanto vengono realizzate a prova di perdite, mantenendo una tenuta stagna brevettata e sperimentata su soluzioni liquide a pH acido.

Si tratta di strumenti capaci di garantire un’estrema potenza anche su veicoli di grandi dimensioni e di peso considerevole, soprattutto quando si trovano a pieno carico. Uno dei principali vantaggi riscontrabili è collegato all’avviamento, estremamente affidabile e rapido, corrispondente a una velocità circa il 15% maggiore rispetto alle batterie tradizionali.

Tale requisito dipende dalla maggiore superficie di reazione, in grado di garantire una densità energetica superiore, anche a basse temperature. Questo interessante vantaggio assicura inoltre una più veloce rotazione del motore, con un’efficienza migliorata anche per quanto riguarda il consumo del carburante.

L’impiego della fibra di vetro assorbente (Absorbent Glass Mat) è finalizzato ad assorbire eventuali esuberi acidi della batteria, contribuendo a sfruttare in maniera più efficace tutto il volume disponibile, senza la necessità di riserve di elettroliti. Uno speciale sistema di sfiato brevettato mantiene costante la pressione parziale a livello di ciascuna cella, un accorgimento ideale per i veicoli industriali ad alto consumo.

Mezzi di grandi dimensioni come questi presuppongono una serie di prestazioni superiori rispetto ai veicoli normali, che si riflettono principalmente sulle performance delle batterie. Proprio per questo motivo è necessario che sia presente un efficace separatore tra gli elementi del dispositivo, per evitare il rischio di perdite di acido in condizioni di pressione molto alta.

Queste batterie per grossi veicoli dovrebbero avere una vita ciclica più durevole, per offrire l’opportunità di affrontare trasferimenti lunghi e caratterizzati da vibrazioni e oscillazioni dei bilici. È proprio grazie alla maggiore pressione dei singoli elementi che è possibile un’ottima resistenza alle vibrazioni.

Per i veicoli industriali è indispensabile che le batterie siano affidabili e sicure in ogni condizione ambientale (fondi stradali dissestati e con elevata pendenza) e climatici (pioggia, neve, ghiaccio e nebbia). Mezzi del genere sono estremamente costosi e richiedono frequenti interventi di manutenzione, che possono riguardare anche le batterie.

Ecco perché bisogna orientarsi verso l’acquisto di prodotti di ottima qualità, capaci di offrire garanzie di sicurezza sia per il conducente (che non deve rischiare di rimanere a piedi), sia per il carico (che deve arrivare a destinazione in condizioni perfette).

Facendo riferimento alle necessità dei veicoli industriali, che sono senza dubbio superiori a quelle dei mezzi normali, è quindi consigliabile optare per batterie di elevata affidabilità e di ottima qualità costruttiva.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Approfondimenti